Sonniferi naturali

Sonniferi naturali: ecco quali sono

L’insonnia è un problema molto comune che può avere svariate cause.

Quando avete difficoltà ad addormentarvi, magari per stress o ansia, potete provare a migliorare la situazione con un sonnifero naturale, ma cosa intendiamo per sonniferi naturali?

Estratti di piante ed erbe che, assunti la sera dopo il tramonto, aiutano a prendere sonno.

Diciamolo subito: non fanno miracoli, ma danno una mano e non hanno (quasi) nessun effetto collaterale, di seguito vi indichiamo i migliori.

 

CAMOMILLA

 

Chi non la conosce?

Una buona tazza di camomilla calda la sera aiuta a rilassare mente e corpo e, di conseguenza, a dormire.

Lasciate il filtro in acqua bollente per circa 5 minuti, dopodichè bevetela tiepida.

Potete non aggiungere zucchero, oppure mettere un cucchiaino di miele.

Fa bene anche allo stomaco e all’intestino.

 

PASSIFLORA

 

È un buon rimedio quando ci si sente ansiosi, stressati ed oberati di impegni ed è anche un leggero sonnifero naturale.

Bevete una tazza di infuso ogni sera.

Per prepararlo utilizzate 1 cucchiaino di passiflora (in erboristeria) e una tazza di acqua (250 ml). Fate bollire per 5 minuti acqua e passiflora, spegnete il fuoco e fate riposare per altri 5 minuti, infine filtrate.

Bevete caldo e dolcificate con miele.

 

LAVANDA

 

L’inconfondibile profumo della Lavanda non è utile solo a profumare la biancheria, ma anche a rilassare il sistema nervoso.

Massaggiare le tempie con qualche goccia di olio essenziale di Lavanda, distende e aiuta a prendere sonno.

In alternativa: si può fare un bagno caldo di 20/25 minuti mettendo dei fiori nella vasca oppure metterne un mazzetto sotto al cuscino o sul comodino.

 

MELISSA

 

Costituisce un leggero sonnifero naturale per il suo potere di calmare i nervi e, quindi, di ridurre l’insonnia.

Potete comprare la melissa in erboristeria ed assumerla sotto forma di capsule, fiori, olio ed estratto.

 

VALERIANA

 

Quanto la Valeriana sia utile a conciliare il sonno è storia nota, tanto che essa viene venduta in capsule in farmacia e in erboristeria.

In alternativa provate una tisana da preparare con 1 cucchiaio di Valeriana e 1 tazza di acqua (250 ml).

Mettete la Valeriana in una tazza di acqua bollente e lasciate in infusione per almeno 5 minuti.

Filtrate, aggiungete un cucchiaino di miele e bevete ben calda.

 

PRECAUZIONI

 

Non superate le dosi consigliate, poiché le erbe, per quanto naturali, non sono prive di controindicazioni e non devono essere consumate in eccesso.

Autore dell'articolo: elen